Semola di grano duro siciliano

Cous Cous

e semola rimacinata di grano duro

Cous Cous - semola

Più che un primo è un piatto completo. Si prepara con semola, incocciata dalle abili mani delle cuoche e cotta a vapore in una speciale pentola di terracotta smaltata. Ma il condimento, a differenza di quello magrebino (a base di legumi e carne di montone), è una zuppa di pesce misto.

 

Il processo di molitura inizia con una pre-pulitura del grano conferito al molino, che viene immagazzinato nei vari sili(uno per ogni tipo di grano). Il grano viene quindi sottoposto ad una prima pulitura attraverso trasportatori verticali ed orizzontali. Poi la macchina bagna grano corregge e garantisce la giusta umidità per facilitare il successivo procedimento di separazione della crusca dalla semola. Il grano, quindi, viene conservato nei sili di “riposo” e successivamente sottoposto alla seconda pulitura : da qui passa direttamente alla molitura nel molino a cilindri.

Nella sala di macinazione ci sono le macine che trasformano il frumento in farina. Nella sala di macinazione molte macchine sono disposte in file parallele, perché ognuna riceve il macinato dalla macchina precedente.

La prima operazione è quella di rottura. Il frumento proveniente dal silo entra nella prima macchina, dove viene "rotto" da due cilindri d’acciaio solcati da righe, che ruotano in senso contrario. Il macinato cade su un setaccio oscillante che trattiene i frammenti più grossi (crusca) e fa passare quelli più piccoli, costituiti da farina grossolana mescolata a crusca: questa operazione si chiama abburattamento (cioè setacciatura). Poi il procedimento si ripete nelle altre macchine, dove i cilindri sono sempre più ravvicinati e i setacci più fitti.

La lavorazione si conclude con l'operazione di rimacina. Il prodotto delle operazioni precedenti è avviato alla "rimacina", cioè alle macchine con rulli perfettamente cilindrici e molto ravvicinati: si ottiene così la semola per cous cous e la semola rimacinata. Nel magazzino vengono conservati i sacchi di farina in attesa della spedizione.

Share by: